DengueOnline.com

La prevenzione della Dengue

Prevenzione della febbre da virus della Dengue

 

Oltre alla vaccinazione, che ora è possibile, grazie al nuovo vaccino QDenga, e che resta il sistema più efficace per pevenire l’infezione, si pone molta attenzione alla lotta al vettore, ed in particolare combattere la presenza della zanzara Aedes nell’ambiente cittadino e silvestre.

Cosa succede con la diffusone di specie di zanzare invasive in aree precedentemente non colpite in Europa? Con questo andamento possiamo aspettarci più casi e anche più morti per malattie come dengue, chikungunya e west nile virus. Il contenimento e la soluzione al problema consiste nel controllo ambientale per ridurre la crescita delle popolazioni di zanzare; ed anche la sensibilizzazione della popolazione nell’applicare misure di protezione individuale nei confronti delle zanzare. Per la dengue ricordiamo che la migliore prevenzione è la vaccinazione.

 

Controllo dell’ambiente

E’ necessario porre attenzione ai ristagni di acqua ed eliminare le cause del ristagno di acqua piovana o di altra provenienza. E’ qui dove si riproducono le zanzare. E’ necessario utilizzare larvicidi possibilmente ecologici e sensibilizzare la comunità sul controllo delle zanzare.

 

Protezione individuale dalle zanzare

Le persone devono imparare ad utilizzare le zanzariere, meglio se trattate con insetticidi. E’ importante abitare in abitazioni che siano schermate, con zanzariere alle finestre e porte e se possibile climatizzare gli ambienti. Utilizzare indumenti che coprano la maggior parte del corpo. Un utilizzo continuo e razionale di repellenti per le zanzare e circondarsi di pianti dalle proprietà insettifughe.

Questo controllo avviene attraverso l’utilizzo di insetticidi chimici ambientali; e ancora ripulendo gli ambienti dove il vettore vive e si moltiplica sensibilizzando anche la popolazione che vive nei territori coinvolti. Attenzione particolare va posta alle raccolte di acqua, in particolare nelle gomme di automobili, bottiglie, lattine e altri oggetti luogo di ristagno di acqua, rendendo l’ambiente favorevole alla deposizione e schiusa delle uova di zanzara. Le larve sono trattate mediante l’utilizzo di insetticidi.
Ci sono state nel recente passato molte campagne in questo senso che hanno sensibilizzato la popolazione a ripulire l’ambiente circostante e le proprie case da gomme di automobili, bottiglie, lattine e altri oggetti nei quali l’acqua può ristagnare

formando un habitat adatto per la zanzara. Le larve derivate dalla schiusa delle uova deposte dalle femmine di Aedes sono trattate mediante l’utilizzo di insetticidi. Dato che le zanzare sono più attive nelle prime ore del mattino, è particolarmente importante utilizzare le protezioni in questa parte della giornata.

 

Utilizzo dei repellenti anti-zanzare ad uso personale

 Repellenti naturali
 NOZETA NEEM: Eestratto di NEEM con aggiunta di essenze aromatiche potenzianti
Un prodotto considerato tra i “migliori repellenti” naturali. Multiuso, sicuro, efficace, estratto dal frutto dell’albero di NEEM, utilizzabile anche sui neonati, nei bambini e in coloro che desiderano evitare prodotti chimici, ha mostrato grande efficacia come repellente dalle punture degli insetti in generale, ed in modo particolare nei confronti delle punture delle zanzare. Questo prodotto è efficace anche nei confronti delle zecche.
Nella formulazione per i viaggiatori questo olio, con l’aggiunta di “essenze” quali Corymbia citrodora, che ne potenzia l’efficacia e che ne migliora la fragranza e l’odore, possiede un utilizzo “multiplo”, nei confronti di parassiti e microbi, ed anche nelle ustioni.

Per approfondire  :
L’olio di Neem, dall’albero dei miracoli indiano.
NEEM, una sicurezza in viaggio contro zanzare, zecche, parassiti, sole, ustioni

 

Repellenti chimici
DEET dietiltoluamide: lo spray DEET costituisce un metodo efficace per tenere le zanzare lontane applicando un repellente sulla pelle e anche sui vestiti. La dietiltoluamide (DEET), è una sostanza chimica sviluppata dall’esercito statunitense durante la Seconda guerra mondiale e derivata dall’agricoltura, usata per tenere lontani i parassiti. Non va confusa con il DDT.
La DEET ha il problema che viene assorbita dalla pelle causando alla lunga problemi cutanei. Quindi in elevate concentrazioni non è raccomandata per i bambini (e in particolare non va mai usata sui bambini minori di due anni), e con pelli delicate. Consigliamo i repellenti Naturali a base di NEEM con aggiunta di essenze orientali.
ICARIDINA: L’icaridina (anche chiamata KBR 3023 o picaridina) è un prodotto sintetico sviluppato negli anni Ottanta e commercializzato dalle stesse aziende che vendono gli spray DEET. Alle giuste concentrazioni è efficace quanto la DEET, ma siccome rimane quasi completamente sulla pelle senza essere assorbita è più indicata anche per i bambini tra i due e i dodici anni.

 

Richiedi  qui la consulenza  

Prenota qui il tuo vaccino

Anche per cittadini stranieri

Condividi questo articolo

Altri articoli

DENGUE IN MADAGASCAR

Dicembre 2023/Gennaio 2024  AUMENTANO I CASI DI DENGUE ANCHE IN MADAGASCAR     Dopo una prolungata  siccità che ha colpito

Cosa sono le arbovirosi

“Le arbovirosi” sono antropo-zoonosi, virali acute ovvero malattie acute di origine virale, tipiche degli animali che vengono trasmesse agli esseri

error: Content is protected !!
Torna in alto